in questo sito vengono usati i cookies navigandonel sito accetti.

Fotografando DAK'ART 2014

di Maurizio Marna

Foto intro GF

Paul Sika, opera facente parte della serie di lavori " La chiamata di Lilian"

Non si offendano i professionisti dello scatto se abbiamo intitolato questa raccolta di immagini GALLERIA FOTOGRAFICA. Eravamo presenti alla DAK'ART 2014 come visitatori e desideriamo condividere le emozioni provate con chi non era lì. Sono foto amatoriali, lo si capisce bene, persino elementari, eppure l'entusiasmo nel vedere tante opere di talento ci ha spinto comunque a ritrarle. Gli artisti dell'undicesima Biennale e i lettori di PERCHE'BIO, siamo sicuri, perdoneranno questi nostri difetti....

GALLERIA FOTOGRAFICA, UNA SELEZIONE

Desideriamo precisare, ancora una volta, che tutto il materiale fotografico è stato ottenuto con apparecchi di nostra esclusiva proprietà e che la possibilità di scattare foto non ci è stata minimamente vietata. Desideriamo soprattutto precisare che la pubblicazione del materiale fotografico avviene ad esclusivo scopo divulgativo, di conoscenza diffusa di quanto è avvenuto alla Biennale tramite la presentazione delle relative opere.

Non mancate di leggere anche DAK'ART 2014: lo stile dell'Africa

 
Dak'Art IN, Galerie Nationale, OMAGGIO > Al senegalese Moustapha Dimé (biografia in francese, la prima foto sotto lo ritrae) , morto alla fine degli anni Novanta e riconosciuto come uno dei massimi protagonisti dell'arte contemporanea africana. Realizzava le sue opere con materiale povero, di riciclo, mostrando il rispetto dell'uomo e dell'artista nei confronti della natura.

L'ambiente è stato argomento sensibile della Biennale, in Africa triste emblema di un connubio uomo-natura gravemente alterato da sproporzionati interessi economici.

    Foto 1 MD                                                    Foto 5 MD       

 

Foto 2BIG MD                                                 Foto 4 MD                                       

Foto 3 MD                                                                            


Dak'Art OFF, Soly Cissè (in inglese), presso il giardino esterno nel  Municipio di Dakar >  Nato nel 1969 a Dakar, dove vive e lavora tuttora, Soly Cissè esprime la propria arte attraverso la pittura, la scultura, la fotografia. Gli animali umanizzati, le loro forme ibride, si proiettano in un universo perennemente in bilico fra tradizione e modernità: un mondo dove l'uomo non è più al centro delle cose.

       Foto 1 SC                     Foto 2 SC

 

                         Foto 5 SC                                    Foto 6 SC

 


Dak'Art IN, Villaggio della Biennale > ovviamente c'erano moltissime opere esposte. Alcune hanno sollecitato la nostra curiosità


Foto del totem "Lo Stato dell'essere" di Victor Ekpuk(biografia in inglese), nato in Nigeria, opera realizzata con vinile acrilico, metallo su pannello di legno, tappeto in vinile. E' stato riportato un antico sistema di scrittura, originario del sud-est della Nigeria e della regione Ejagham nel nord del Camerun. L'installazione è una rappresentazione-simulacro della dualità uomo-donna che è un aspetto composito della condizione umana.

Foto 1  VE


Foto del lavoro " Ti ascolto...! " realizzato da Houda Ghorbel (biografia in francese),   artista tunisina. E' stato realizzato con un'installazione quadrata e illuminata, posta in cima ad una struttura in plexiglass della stessa forma. Sotto vi sono tessuto, gesso e un congegno di movimento. Le parole "Ti ascolto...!", ripetute in diverse lingue, evidenziano la disponibilità di ognuno a sentire le ragioni dell'altro.

Foto 2 HG


Foto del " Girasole", opera di Olu Amoda(biografia in francese), nato anch'egli in Nigeria,  è stata creata mediante una cintura di acciaio riciclato, cucchiai e acciaio dolce. L'artista vuole attirare l'attenzione su quei materiali ignorati nella quotidianità, protagonisti silenziosi e discreti durante le nostre giornate.

Foto 3 OA


Foto di " Panorama e abitanti cittadini" , opera del nigeriano Chike Obeagu( biografia in francese)  realizzata con olio, materiale acrilico, riviste e giornali riciclati nonché ritagliati. Il quadro rappresenta la città natale dell'artista, Abuja, ma allarga anche lo sguardo sulle altre città del continente africano: si tratta di un compendio delle molteplici storie che la città può racchiudere in sé, descrivendo il contrasto e la tensione tra vita privata e vita pubblica.

Foto 4 CO


Foto della serie "Apologia della pace", a cura di Amary Sobel Diop( biografia in francese),  artista senegalese,  con ritratti da sinistra a destra di Rigoberta Manchu Tum guatelmateca e Tawakul Karman yemenita - Ellen Johnson Sirleaf, liberiana, e Leymah Roberta Gbowee anch'essa liberiana. Tutte loro hanno ricevuto il Premio Nobel per la pace nel XX° e XXI° secolo

        Foto 5 ASD                           Foto 6 ASD


Foto dell'opera di Sidy Diallo (biografia in francese),  artista senegalese, fatta con acrilico e pastello su tela dal titolo "Not for sale". Chiarissimo il significato della mente "non in vendita".

Foto 8 SD


Foto dei "Fantasmi della libertà", un'installazione della tunisina Faten Rouissi (biografia in inglese/francese) omaggio a Buñuel. Intorno a un tavolo da conferenza le sedie sono 17 wc in ceramica, con annessi rotoli di carta igienica disposti sul pianale del tavolo.

Foto 9 FR


Collage di foto, creato da Kiluanji Kia Henda (biografia in francese), angolano,  il cui titolo O.R.G.A.S.M.  con la successiva definizione  As god wants and devil likes it/ Come dio vuole e al diavolo piace e l'apparire di un' Organisation des États de l'Afrique pour l'Harmonie/Organizzazione degli Stati Africani per l'Armonia  evocano, con sottofondo ironico, le ONG occidentali dedite ad alleviare le sofferenze dell'Africa fra guerre, malattie e povertà. Lo fa per promuovere una 'fantomatica' ONG tutta africana, impegnata ad assicurare l'armonia nel Continente.

Foto 10 KKH
Omaggio a Ousmane Sow (sito artista in francese), presso l'Eiffage Senegal, Dak'Art OFF >   Straordinario artista senegalese, vive e lavora a Dakar. Le sue imponenti sculture sono create mediante una tecnica particolare perché su una struttura di metallo, paglia, tela di iuta e ulteriori materiali modella via via il soggetto dell'opera, con una pasta di sua creazione contenente terra, minerali sia mischiati sia macerati uniti ad altri composti. L'effetto è magnifico, le sculture riescono ad essere plastiche e fluide allo stesso tempo, pur nella loro massiccia armatura. A immagine e somiglianza dello stesso Ousmane Sow, corporatura imponente e tocco fluido, morbido.

       Foto 1 OS                                                          Foto 2 OS                    

             

                  Foto 3 OS

 

 

         Foto 4 OS               Foto 5 OS

 

 

Fondazione Total, Dak'Art OFF > Selezione di opere della Galleria d'arte Cecile Fakhoury ( sito in francese) di Abidjan (capitale Costa d'Avorio) che presenta

Paul Sika(sito dell'artista in lingua inglese), ivoriano, fotografo/direttore artistico-creativo di moda e pubblicitario(biografia in lingua inglese)  con la sua serie di lavori " La chiamata di Lilian"

        Foto 1 PS             Foto 2 PS

 

                 Foto 3 PS                                             Foto 4 PS

 

Vincent Michéa( sito in francese), nato a Parigi, divide la sua attività artistica fra Francia e Senegal

             Foto 1 VM                              Foto 2 VM


Latifa Pouye (biografia e opere in francese),  pittrice e artista senegalese

           Foto 1 LP                                      Foto 2 LP

 

Foto 3 LP

Fabrice Monteiro(sito in inglese/francese),  fotografo belga-beninese (repubblica del Benin) racconta attraverso le sue foto l'incontro delle culture, il loro mischiarsi nel  cosiddetto meticciato.

       Foto 1 FM                         Foto 2BIS FM

 

 

Foto 3 FM

 

 

Presso il vecchio stabilimento di produzione biscotti, al quartiere Mèdina, Dak'Art OFF

 

Maimouna Patrizia Guerresi(sito in inglese), artista nata in Italia e convertitasi alla religione musulmana ha assunto il nome di Maimouna

 

     Foto 1 MG                Foto 3 MG

 

 Ecco una piccolissima selezione delle opere, lì presenti, di giovani talenti senegalesi e del Congo

 

             Foto 1 ABM              Foto 3 ABM

 

                           Foto 4 ABM                             Foto 2 ABM           

 

 

  Foto 6 ABM                               Foto 8 ABM

 

 

 
 

 Foto 5 ABM