in questo sito vengono usati i cookies navigandonel sito accetti.

BioBlog

Articoli spunti e pensieri dai biobloggers

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Team Blogs
    Team Blogs Trova il tuo blog collettivi preferiti qui.
  • Accesso
    Login Modulo Login

SANA 2013: PERCHE'BIO C'ERA!

Inviato da il in Maurizio Marna
  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 1682
  • 0 Commenti
  • Iscriviti a questo post
  • Stampa


Venticinque anni di rassegne progressivamente incentrate sul vivere BIO. Una pluridecennale occasione di accrescere la propria sensibilità verso l'ambiente. La voglia di conoscere e far conoscere il rispetto concernente la natura, senza lo sfruttamento intensivo delle sue risorse. Cinque lustri di SANA, manifestazione internazionale dedicata al comparto biologico/naturale, hanno sempre diffuso questi concetti, in Italia e all'estero, presso le aree espositive del distretto fieristico di Bologna. L'edizione 2013, poi, non si è certo sottratta all'indiscussa vocazione di polo aggregativo non solo di BIO aziende ma anche di BIO coscienze. Basta guardare i risultati conseguiti. 

I dati espositivi parlano chiaro: SANA 2013 ha fatto registrare un ottimo incremento sia di visitatori(20%) sia di aziende partecipanti(ancora un 20%), rispetto all'edizione precedente (fonti: Ente Fiera di Bologna, Ansa). Cinque padiglioni, rispettivamente suddivisi in alimentazione -  benessere - altri prodotti, sono stati allestiti secondo criteri ecosostenibili nonché arredati con elementi riciclabili, provenienti da materiali di riutilizzo. Inoltre si è pensato ad un'ideale continuazione della rassegna facendo svolgere, al di fuori dello spazio fieristico e dentro la stessa città di Bologna, il SANA OFF ovvero tanti appuntamenti di carattere biologico come visite all'interno di appositi orti cittadini, assaggi delle relative BIO coltivazioni, degustazioni di nuove produzioni biologiche, relax e benessere mediante BIO trattamenti, workshops.

b2ap3_thumbnail_Foto_1_Sana-.jpgIl SANA 2013 si è posto l'obiettivo di rappresentare una tappa  obbligatoria verso l'Expo 2015 di Milano, le cui tematiche Nutrire il Pianeta. Energia per la vita hanno trovato forte interesse, nella rassegna bolognese, con lo svolgimento di dibattiti, convegni, incontri. Il nome più prestigioso, intervenuto all'apertura della manifestazione e successivamente all'incontro DA SANA ALL'EXPO 2015 PER UN'AGRICOLTURA SOSTENIBILE, è stato quello di Vandana Shiva ambientalista, scienziata, filosofa indiana. Una figura di alto valore simbolico per la sua incessante lotta contro le pratiche agricole intensive, la distruzione dei terreni di coltura, l'applicazione delle  biodiversità e della bioetica al fine di combattere l'insufficienza alimentare nel terzo/quarto mondo. Il suo concetto totalizzante di ambiente, altresì inteso come forte valore economico, si è largamente diffuso durante l'ultimo ventennio.  (a destra, Vandana Shiva)
Ma non vogliamo soltanto parlare di Sana prefiggendoci, invece, lo scopo di fare un bilancio sulla nostra partecipazione al famoso salone. La prima volta di PERCHE'BIO ha suscitato molta curiosità, molte domande, molti scambi di opinione con chi ci ha visitato presso lo stand D46, padiglione 34, messoci a disposizione dalla Camera di Commercio di Bologna. Pur ottenendo, in soli tre mesi di 'web presenza', ottimi dati di ascolto, abbiamo comunque deciso di incontrare, per quanto possibile, i lettori e di estendere la platea d'ascolto attraverso il contatto diretto. Non importa se fossero individui privi di cultura ambientale, magari desiderosi di ricevere notizie ad essa collegate, professionisti del settore o persone sensibili alle sorti dell'ecosistema. I contributi di ognuno hanno realmente sottolineato l'esigenza di conseguire una BIO EVOLUZIONE nel modo di vivere. D'altronde lo staff di PERCHE'BIO riproduce quasi fedelmente la tipologia su esposta, giacché vi sono elementi con differenti gradi di competenza sulla questione ambiente eppure ugualmente disposti ad approfondire il proprio background culturale. Una tale propensione si è rivelata vincente quando PERCHE'BIO si è trovato ad operare nei principali motori di ricerca, facendo emergere la trattazione di tematiche troppo a lungo ignorate dai mass media tradizionali.   
                                                               b2ap3_thumbnail_Foto_2_Sana-.jpg
Informazione scientifica, approfondimenti di carattere green, semplici consigli di BIO vita quotidiana sono alcuni fra gli esempi di comunicazione offerta. Noi pensiamo che l'adozione di comportamenti ECO sostenibili non debba essere imposta ma promossa, secondo un percorso interattivo con gli utenti del sito i quali diventano soggetti attivi, mai passivi, delle singole scelte. Essi porteranno, tramite il 'megafono on line' di PERCHE'BIO, esempi di buone e meno buone ECO pratiche ampliando, così, la base conoscitiva della piattaforma web.                         

b2ap3_thumbnail_Foto_3_Sana-.jpg

Chi è venuto a trovarci, oltre a lodare l'allestimento dello stand (scusate l'orgoglio...), ha chiesto, nella maggior parte dei casi, quale genere di magazine PERCHE'BIO si proponesse di diventare. Bella domanda, avremmo potuto rispondere... Ci siamo quindi premurati di rimarcare la frammentazione, disorganicità, parzialità delle notizie oggi a disposizione e subito dopo affermare l'intento di riunire, con un ideale filo verde, la BIO SENSIBILITA' delle persone evitando l'imperante superficialismo ambientale. 'Cosa vuol dire allora - ci è stato domandato - esporre alcune piante disinquinanti da appartamento? 'Semplicemente ricordarne  l'importantissima funzione di depurare l'inquinamento interno, allo stesso modo del fondamentale compito di assorbire lo smog urbano'. Si tratta di un'informazione minimale che non passa spesso sui canali generalisti, anzi si trova raramente.

Dracaena fragrans, pianta disinquinante d'appartamento

Essere un punto d'ascolto per le piccole/grandi BIO emergenze di tutti i giorni: ciò è avvenuto quando una signora ci ha spiegato la sua condizione di cittadina, alle prese con un edificio abbandonato - di proprietà privata - fonte di serio inquinamento e prospicente la sua abitazione. Nonostante le sollecitazioni fatte, sia singolarmente sia in gruppo, il proprietario dell'immobile non sente ragioni. Dove rivolgersi? Gli uffici di quartiere e l'ASL sono deputate (o dovrebbero esserlo...) a raccogliere questo genere di segnalazioni e, successivamente, ad attivarsi nella risoluzione dei problemi. Sentiamo già i sospiri nonché i dubbi di tanti cittadini che, magari, potrebbero anche sollecitare i 'distratti funzionari' istituendo un comitato di zona. E qualora le iniziative adottate non giungessero a buon fine, PERCHE'BIO si offre di ospitare il contributo scritto del diretto interessato.
b2ap3_thumbnail_Foto_5_Sana-.jpgL'aumento dei buyers esteri, presenti al SANA 2013, ha generato un maggiore indotto di visitatori stranieri ed un conseguente,  significativo afflusso pure nello stand di PERCHE'BIO. Le numerose domande posteci sono state incentrate sulla struttura del sito, le motivazioni alla base della sua costituzione, il possibile scambio di BIO esperienze, l'interattività fra le reciproche platee di lettori. Particolarmente interessante si è rivelato l'incontro con una giornalista di Taiwan, che ci ha chiesto cosa pensassimo degli ogm e della loro comparsa in Italia, quale linea tenesse al riguardo il governo italiano, i provvedimenti adottati e, infine, quale fosse la situazione dell'ecosistema nazionale. Un vero BIO test a cui riteniamo di aver fornito risposte esaurienti, secondo le rispettive competenze (per fortuna eravamo preparati...).

Al di là dei parecchi colloqui avuti, la mission di PERCHE'BIO, dunque il suo corrispondente manifesto-pensiero, incita ad uno stile di vita riflessivo e consapevole, capace di abbracciare ogni aspetto della quotidianità nonché idoneo a rendere ECO protagonisti sia i singoli sia le comunità di appartenenza. BIO architettura, consumi sostenibili, energia verde, acquisti sicuri per l'ambiente e la salute, BIO alimentazione, mobilità intelligente, smaltimento-riciclo ecc. dimostrano l'effettività di una favorevole integrazione con l'ECO sistema. La rete, termine oggi gettonatissimo, deve servire a intersecare, lo ribadiamo, svariate specificità appartenenti a gente comune, ambientalisti in progress, naturalisti convinti e addetti ai lavori. Non è megalomania, nemmeno mania di protagonismo. Solo vorremmo smettere di sentire desolanti frasi come " Ma quanto costa il caffè biologico! - 1,30 euro (n.d.r.) - Bisognerebbe abbassarne il prezzo... meglio prendere allora il caffè normale!" Il prodotto biologico si paga di più perché la chimica dai bassi costi standard, impiegata nelle coltivazioni, viene eliminata proteggendo il terreno di coltura e apportando una benefica ricaduta sulla salute umana. Una corretta BIO informazione deve percorrere, quindi, ancora tappe cospicue e PERCHE'BIO vuole essere sempre al fianco dei vecchi/nuovi lettori in questa SANA escursione mentale. 

                                                                b2ap3_thumbnail_Foto_4_Sana-.jpg

0

Commenti

  • Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento

Lascia il tuo commento

Ospite
Ospite Martedì, 16 Ottobre 2018