in questo sito vengono usati i cookies navigandonel sito accetti.

BioBlog

Articoli spunti e pensieri dai biobloggers

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Team Blogs
    Team Blogs Trova il tuo blog collettivi preferiti qui.
  • Accesso
    Login Modulo Login

L'acqua "risanata" dagli EM

Inviato da il in Uncategorized
  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 1717
  • 0 Commenti
  • Iscriviti a questo post
  • Stampa

Parliamo di acqua e di come si rapporta con i microrganismi efficaci..

Voglio ricordare che l’acqua è l’ elemento fondamentale della vita….

Non a caso costituisce oltre il 70% dell’organismo umano …!!!!

Perché l’acqua sia benefica e utilizzabile dalle varie forme di vita che ne dipendono, occorre che sia

 “viva”.

Un’ acqua ferma, che ristagna non può esserlo, l’acqua viva è quella in movimento,

che salta e “zompetta” da un pietra all’altra … è l’acqua di fonte come era la forma primordiale

dell’acqua disponibile …

Perché deve essere in movimento??

 Semplicemente perché da ferma forma dei” cluster”,

 agglomerati di molecole che arrivano fino ad un numero di 10/13 e che rendono l’acqua poco assimilabile dalla cellula,

 non riesce a penetrarla come se 10/13 persone volessero passare da una porta tutte insieme.

 La conseguenza è che l’idratazione e tutte le funzioni che l’acqua

 svolge avvengono in maniera ridotta, non sufficiente ad un normale svolgimento delle funzioni delle varie forme di vita…..

 E adesso torniamo ai microrganismi efficaci … e ad un pizzico di fantascienza!!!

 Nel 1993 il Professor Teruo Higa, lo scopritore della miscela dei microrganismi efficaci, riuscì a dimostrare che alcuni di questi microrganismi,

 riuscivano a resistere a temperature

 Superiori a 1000°…si trattava dei microrganismi anaerobi, quelli venuti dallo spazio che si nutrivano di gas tossici quando la Terra era ancora una

 Palla di fuoco… con i suoi vulcani in eruzione…

 Li impastò con l’argilla, procedette alla fermentazione e trasformò questo impasto in ceramica tramite cottura, una ceramica

 che si presenta nell’utilizzo per l’acqua che ci interessa, sotto forma di piccoli cilindretti, in inglese pipes, cioè tubicini.

 In questi tubicini, i microrganismi sono presenti in stato quiescente, come fossero in letargo: non mangiano, non si riproducono,

 ma la loro frequenza e risonanza rimane intatta con un effetto disgregatore dei cluster quando vengono messi a contatto con l’acqua…

 è come se smuovessero l’acqua in continuazione impedendo che si “coaguli”…

 L’acqua resa dolce,leggera “neutralizza” il calcare e rende più facile l’evaporazione del cloro…

 Ma soprattutto l’organismo riesce ad assimilare quest’acqua in maniera ideale…

 L’uso interno si accompagna a quello esterno, un’acqua dolce piace a tutti, organismi viventi e non…

 E per finire,ma ci sarebbe ancora tanto da dire, questi microesseri sono al nostro servizio senza sosta e senza ferie!!

 Chiedono solo un’esposizione al sole, una volta all’anno per fare il pieno di energia!!!!

 Sono o no i nostri migliori amici???? Ma quanti di noi ne sono consapevoli?

Se avete domande, non esitate ...sarei felice di soddisfarle..

E in caso voleste sapere come reperirli lasciatemi un recapito....

 

 

 

0

Commenti

  • Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento

Lascia il tuo commento

Ospite
Ospite Venerdì, 20 Settembre 2019