in questo sito vengono usati i cookies navigandonel sito accetti.

10 pericolosi miti alimentari

miti Tim Green aka atoach intro
Conferenza tenuta da Janice Stanger, Ph.D

La redazione di Perché Bio vi presenta il video di una conferenza tenuta da una nota nutrizionista americana con 18 anni di ricerca nel campo della nutrizione e autrice del libro “The Perfect Formula Diet” di cui delineiamo i caratteri principali nell'articolo che segue. Janice Stanger distrugge uno per uno, impietosamente, i luoghi comuni che hanno guidato le nostre scelte alimentari per decenni: il latte di mucca è la miglior fonte di calcio, il calcio è benefico per le ossa, bisogna mangiare proteine animali perché sono quelle nobili, la soia è fonte di estrogeni e, pertanto, pericolosa, e via dicendo. 

Leggi tutto: 10 pericolosi miti alimentari

Rifiuti alimentari: 6 facili consigli per fermare lo spreco

Infografica intro

Nella giornata mondiale dell'alimentazione, riceviamo da Helping e MyFoody - e pubblichiamo - il seguente comunicato stampa su come ridurre gli sprechi alimentari riducendo, di conseguenza, il budget da investire per nutrirci. Risparmiare sugli sprechi alimentari è anche un'opportunità per migliorare la qualità di quello che si acquista!  

Leggi tutto: Rifiuti alimentari: 6 facili consigli per fermare lo spreco

Lo scrigno d'autunno - 2

di Maurizio Marna

 

Foto introbis AUT2 - Copia

Se volete diventare consumatori green, dovete comprare prodotti BIOLOGICI locali e di stagione. A cominciare dalla frutta. Ridurrete così l'impatto ambientale ovvero le lunghe trasferte necessarie per farla arrivare nel circuito di vendita, vi alimenterete in modo salutare perchè le benefiche proprietà sono esaltate dalla stagionalità, risparmierete denaro visto che le primizie costano care e sono spesso di cattiva qualità.

Leggi tutto: Lo scrigno d'autunno - 2

Il pomo d'oro

 
LO SAPEVATE CHE....?
di Biosight

Foto intro Pomodoro

C'è ancora chi non crede che il BIOLOGICO sia una risorsa per la natura e per tutti noi. Eppure l'ennesimo studio di un'università inglese, Newcastle, sulla frutta e verdura BIO, ne conferma la piena efficacia salutistico-nutrizionale. Parliamo di ennesimo perché segue una lunga serie di ricerche, dove è stata provata l'importanza di consumare cibo biologico.    

Leggi tutto: Il pomo d'oro

Lo scrigno d'autunno - 1

ricci e castagne

di Maurizio Marna

Lo si ama per i colori particolari, lo si odia per il brusco calo delle temperature: chi ha ragione sull'autunno? Probabilmente la verità sta nel mezzo, come la stagione, nonostante il suo arrivo possa causare qualche problema di salute. Nulla di irreparabile, sia chiaro, occorre solo adottare una serie di giuste regole, fra cui il consumo di BIO alimenti stagionali. La frutta è uno di questi, considerato il fatto che da prodotto biologico mantiene inalterate tutte le caratteristiche organolettiche e curative. Ecco un parziale, vista l'ampia varietà, BIO dizionario sulla frutta d'autunno.

Leggi tutto: Lo scrigno d'autunno - 1

Dolce miele

di Maurizio Marna

 

Foto introBIS MIELE1

 


Fin dalle origini dell'uomo uno dei suoi primi alimenti è stato il miele, così come testimoniano diversi reperti risalenti all'era paleolitica. Col progredire della civiltà molti popoli antichi - Babilonesi, Egizi, Greci, Romani - ne scoprirono le virtù assieme a quelle di altri prodotti delle api, la cera innanzitutto, e il consumo di miele, allora il principale dolcificante naturale, proseguì non solo durante il medioevo ma anche nelle successive epoche storiche. La comparsa della canna e della barbabietola da zucchero, attorno al XVIII secolo, provocò il rapido declino del miele sul fronte dell'alimentazione umana. Fu l'inizio della fine.

Leggi tutto: Dolce miele

Un'impresa Biodinamica

di Maurizio Marna

 

 Foto 5 MIELE

Sono migliaia e migliaia di anni che la natura, attraverso le api, ci offre uno dei suoi prodotti più raffinati: il miele. Definirlo un alimento è riduttivo perché ne trascura le salutari qualità e la funzione di valore aggiunto per il nostro organismo.

Leggi tutto: Un'impresa Biodinamica

Biopane

biopane showcase

VIDEOSERVIZIO  Biopane, da sostanza tossica ad alimento.

Vi siete mai chiesti perché tante persone siano intolleranti al glutine o celiaci e tanti di più accusino disturbi intestinali di cui la medicina ufficiale ignora l'origine? Questo videoservizio denuncia la tossicità dei prodotti della panificazione moderna, la truffa degli alimenti falsamente integrali e la decimazione della biodiversità ad opera di leggi europee fatte ad hoc per proteggere le grandi multinazionali dei semi, ma vi indica anche un'alternativa, il Biopane.

Leggi presentazione video Biopane

12 additivi da evitare

 Additivi intro extranoise
di IlReE'Nudo

Quali sono gli additivi più nocivi, dove si trovano e come evitarli? Per far ciò, bisogna prima di tutto imparare a leggere le etichette, impresa non facile, dato che sono sovente posizionate strategicamente sul retro o a lato delle confezioni e gli ingredienti stampati a caratteri microscopici!

Leggi tutto: 12 additivi da evitare

Il pane, da alimento a sostanza tossica

a cura di Silvano Cristiani - Agrisophia Progetti

pane lievitato con pasta madre

Il pane è uno degli alimenti più antichi e comuni alle popolazioni mediterranee. Ricco di contenuti simbolici profondi, ha accompagnato il cammino dell'uomo da tempo immemorabile. Realizzato con ingredienti semplici, farina, acqua, lievito e calore, è il frutto del lavoro sinergico e dell'incontro dei quattro elementi aristotelici: terra, acqua, aria e fuoco. E' pertanto davvero il prodotto di un processo alchemico attraverso il quale la luce e il calore del sole, condensati nell'amido presente nel grano, attraverso un impasto con l'acqua e l'intima compenetrazione con l'aria nel processo di lievitazione, dopo la trasformazione del fuoco diventano alimento prezioso per l'uomo.

Leggi tutto: Il pane, da alimento a sostanza tossica

Organismi Già Minacciati

di Biosight

 

Foto intro NOGM 

Le posizioni di chi si batte contro gli OGM non sono 'a prescindere' e coniugano il massimo scrupolo degli equilibri naturali con una solida base scientifica. Scienza e natura, infatti, possono benissimo convivere quando la prima lavora a fianco della seconda. Gli OGM supporters rovesciano, invece, tali equilibri ed il loro ragionamento appare indebolito dai fortissimi interessi commerciali delle corporation. PERCHE'BIO, non dubitino i lettori, si schiera nelle fila dei no cercando, come sempre, di far riflettere le persone 'al di là della barricata'.

Leggi tutto: Organismi Già Minacciati

Il prezzo del Bio

MANGIARE BIO COSTA DI PIU'? NIENTE AFFATTO, BASTA DETRARRE IL TICKET SULLE MEDICINE

 

L'oro mediterraneo

di Maurizio Marna

 Foto  intro bis Oro medit

Sul pane, sulla pasta, sulla carne, sulla verdura. Non finisce certo qui il consumo di olio d'oliva nell'alimentazione italiana, il suo ruolo di grande protagonista a tavola. La raffinatezza delle produzioni nostrane attira il gusto di tanti palati e lo fa da decenni, anche per merito della dieta mediterranea tornata prepotentemente di moda.

Leggi tutto: L'oro mediterraneo

L'Arte, Maestra di Bellezza

2e1ax default entry Natura morta blog 1

Postato l'8 luglio da Patrizia Marani

Che direbbe mai Caravaggio, il pittore che tanto amo, se visitasse un supermercato odierno?Potrebbe mai dipingere ancora le splendide nature morte che dipinse quattrocento anni fa? Sicuramente, quei frutti monotamente uguali, perfettamente puliti, persino lustrati con cere chimiche, che possiamo toccare solo indossando guanti, privi di foglie, per non parlare dei peduncoli da cui pendevano, non potrebbero ispirargli nulla di lontamente vicino - l'ossimoro è voluto - a questa splendida natura morta.

Leggi tutto: L'Arte, Maestra di Bellezza

Cronache mutanti

di Biosight

 

Foto intro SIogm

Occorre sempre partire dall'inizio quando vogliamo capire le cose. OGM è "la sigla di organismo geneticamente modificato, usata per indicare organismi il cui patrimonio genetico è stato modificato mediante ibridazione e selezione o mutagenesi e selezione, oppure con metodiche che prevedono manipolazioni del DNA e inserimento mirato di nuovi geni (transgeni) negli organismi. Gli OGM trovano applicazione soprattutto in campo alimentare, agricolo, zootecnico e medico, a livello vegetale e animale" (Dizionario Enciclopedico Treccani)

Leggi tutto: Cronache mutanti

Allevamento intensivo

VIDEO CONSIGLIATO -  resistete almeno qualche minuto....mangiate consapevoli!

Le immagini di questo video sono di una cruenza unica, niente di paragonabile alla normale, seppur crudele, caccia del felino o di qualsiasi predatore esistente in Natura in cima alla scala alimentare. Per nutrire noi umani è necessario far soffrire in questo modo gli animali? Altri esseri viventi a cui siamo uniti nella grande catena universale della vita? 

catena img big 3ok

Leggi tutto: Allevamento intensivo

La rivoluzione verde

iomangiobio, P. Marani

Perché mangiare BIO? L’agricoltura industriale ha creato cibo economico e abbondante, ma a che prezzo per la nostra salute?

di Patrizia Marani

La Rivoluzione Verde degli anni ’40 rappresenta il culmine di una ricerca ardimentosa iniziata 10.000 anni fa con la prima rivoluzione agricola. La metamorfosi dell’uomo in agricoltore che abbandona l’Eden naturale della caccia e della raccolta, non deve essere stata facile, come forse testimoniano le dure parole della Genesi: è con il sudore della fronte che ti procurerai il pane, sino a che non tornerai alla polvere di cui sei fatto.

Leggi tutto: La rivoluzione verde

5 domande per un allevatore

di Federico Marino

animali nell'aia

PARLIAMO DI CARNE "SOSTENIBILE" Non mangiare carne rappresenta un avanzamento di civiltà perché pone fine alla violenza sugli animali e non è più sostenibile per il pianeta? Sicuramente 7 miliardi di persone che mangiano ogni giorno carne e lo fanno più volte al giorno non sono sostenibili. Mangiarne poca, ma di qualità eccellente può essere il il segreto per ottenere una salute ottimale. Ma come conoscere davvero la qualità della carne che mangiamo? Le regole d'oro sono due: 1. conoscerne la provenienza; 2. porre all'allevatore alcune, fondamentali domande.  

Leggi tutto: 5 domande per un allevatore

L'orto di Nemo, l'agricoltura si trasferisce in fondo al mare

di Federico Solimando

nemo capsule intro

Nemo’s Garden: in italiano, l’orto di Nemo. Si è addirittura scomodato il Washington Post, che le ha definite “le serre più belle del mondo”. L'agricoltura del futuro parte anche da qui, sott'acqua, sulle coste italiane della Liguria, più precisamente a cento metri da quelle del comune di Noli. In questi orti sottomarini, organizzati all’interno di biosfere subacquee in vinilico semitrasparente, a una profondità compresa tra sei e otto metri, germogliano e maturano fragole, piselli, fagioli, aglio, basilico genovese, e persino fiori di nasturzio.

Leggi tutto: L'orto di Nemo, l'agricoltura si trasferisce in fondo al mare

L'agricoltura del Fare Nulla

di Patrizia Marani

Paglia STRAW

"La rivoluzione del filo di paglia" di Masanobu Fukuoka, la Bibbia ambientalista della fine degli anni '70 e manuale agricolo che è sempre più urgente conoscere e applicare concretamente, anche nei nostri orti cittadini. Di seguito, una presentazione del libro e un video in cui Fukuoka descrive il proprio metodo di coltivazione.

Leggi tutto: L'agricoltura del Fare Nulla

Una storia fra cielo e terra

a cura di Silvano Cristiani e Simona Ventura - Agrisophia Progetti

Rudolf Steiner    

L'agricoltura biodinamica nasce nel 1924 grazie a Rudolf Steiner, fondatore dell'Antroposofia, quando, in risposta a un gruppo di agricoltori, già allora preoccupati per il degradarsi della fertilità del terreno e della qualità degli alimenti a causa dei nuovi metodi agricoli basati su un uso massiccio di prodotti chimici, ne espose i principi in un ciclo di otto conferenze a Koberwitz (Polonia).

Leggi tutto: Una storia fra cielo e terra

Perché parlare oggi di Agricoltura Biodinamica

a cura di Silvano Cristiani e Simona Ventura - Agrisophia Progetti*

coltivatore biodinamico

La "rivoluzione verde", nata dopo la seconda guerra mondiale con la riconversione delle industrie belliche, lo sviluppo della ricerca e il "boom economico" degli anni 60, se da una parte ha consentito un aumento delle rese produttive - si è passati da una media di 20-25 q.li/ha di grano degli anni 30-40 a punte di oltre 100 q.li/ oggi - dall'altra ha generato una serie di problematiche che ci devono fare seriamente riflettere: l'uso indiscriminato delle macchine, dei pesticidi e dei concimi chimici, ha generato un degrado sempre più marcato dell'ambiente, della fertilità dei nostri terreni e, di conseguenza, degli alimenti di cui ci nutriamo. Bisogna cambiare corso prima di arrivare a un punto di non ritorno. 

Leggi tutto: Perché parlare oggi di Agricoltura Biodinamica

Perché BIO conviene?

di Patrizia Marani

prezzo bio intro6

Perché il costo maggiore del BIO è solo apparente? E come risparmiare mangiando biologico e biodinamico?

Leggi tutto: Perché BIO conviene?

Il prezzo del Bio

di Patrizia Marani 
capra
IL BIOLOGICO/BIODINAMICO COSTA DI PIU'? NON PROPRIO SE FA RISPARMIARE SULLE MEDICINE, VEDIAMO PERCHE'  La perdita di qualità nutritive degli alimenti 'moderni', scoperta da Weston Price nei primi decenni del '900, si è in seguito aggravata, a mano a mano che le tecniche industriali di coltivazione e allevamento, nonché della lavorazione degli alimenti si “affinavano”, divenendo vieppiù massificate. Proprio nelle tecniche di coltivazione risiede, infatti, la causa della profonda differenza qualitativa fra prodotto ortofrutticolo/caseario convenzionale e quello biologico o biodinamico. Ma perché mai?

Leggi tutto: Il prezzo del Bio

Una vita di BIO DINAMICA passione

di Maurizio Marna

Foto intro Joly   Nicolas Joly

Volevamo già da tempo pubblicare o forse sarebbe meglio dire ripubblicare, vista la sua grande diffusione, il testo di Nicolas Joly La viticoltura in biodinamica, Mito o realtà? (Fonte:www.coulee-de-serrant.com). Joly lavora terreni di sua proprietà - sono decenni che lo fa - con il metodo BIODINAMICO e il vino ottenuto risulta uno fra i migliori in circolazione. La divulgazione dei principi steineriani, il loro radicamento culturale e 'colturale' ha portato Joly stesso a fondare l'associazione La Renaissance des Appellations: essa conta 200 produttori di vari paesi, Italia compresa.

Leggi tutto: Una vita di BIO DINAMICA passione

Biodizionario alimentare

Biodizionario alimentare intro
 
di Patrizia Marani

Come capire la differenza fra alimenti biologici, biodinamici, naturali, da lotta integrata, da agricoltura conservativa o integrali? Una miniguida al consumo consapevole.

Leggi tutto: Biodizionario alimentare

Alimento biologico, le regole e come leggere l'etichetta

di Patrizia Marani

spighe di grano

I metodi dell'agricoltura biologica sono stati regolamentati in una legge comunitaria (il Regolamento Cee n. 2092 del 24 giugno 1991) 
che prevede in estrema sintesi il rispetto dei seguenti parametri:

Leggi tutto: Alimento biologico, le regole e come leggere l'etichetta

Orti urbani, la rivoluzione della zappa

di Patrizia Marani

Orti urbani

L'autoproduzione di cibo può diventare il vero atto sovversivo.  Dopo i decenni di sbornia consumistica consumata sospingendo enormi carrelli in labirintici moloch alimentari dall'illusoria offerta infinita, come meccanismi di un ingranaggio seduttivo ormai un po' logoro, ci svegliamo tutti un po' più vecchi, un po' più pingui e, sempre più spesso, afflitti da una malattia cronica, sia essa un'allergia, un'intolleranza al glutine o qualcosa di peggio. Non è forse il caso di sovvertire il sistema? 

Leggi tutto: Orti urbani, la rivoluzione della zappa

La rivoluzione del filo di paglia

 
di Patrizia Marani

Perché mai mangiare biologico? L'Agricoltura Biologica può salvare l'ambiente e la salute umana. Le tecniche 'soft' della coltivazione biologica non sono fondamentali solo per la salute dell'ambiente, ma ancor più per la nostra. Pare incredibile, ma un filo di paglia, se ben utilizzato, può avere un grande potere. Un mantello di fili di paglia formato dai residui dei raccolti può mantenere sotto controllo la crescita delle erbe infestanti senza l’uso d’erbicidi. Può fertilizzare, come accade in natura, il suolo, evitando l’uso di fertilizzanti chimici. Può mantenere umido il suolo, limitando l’apporto d’acqua o proteggendo le radici delle piante dai geli invernali.

Leggi tutto: La rivoluzione del filo di paglia

Parmigiano Reggiano: perché BIO?

A cura della redazione

parmigiano intro6

In che cosa si differenzia il parmigiano reggiano biologico da quello non bio?  Per rispondere a una domanda che tutti noi consumatori ci poniamo abbiamo intervistato Paolo Bernar dell’azienda produttrice di Parmigiano Reggiano BIOLOGICO Rio Moreno : il Parmigiano Reggiano biologico costa di più di quello non biologico. Vale davvero la pena di spendere di più in un formaggio biologico, soprattutto in un momento di crisi economica ?

Leggi tutto: Parmigiano Reggiano: perché BIO?

Carne tossica?

di IlReE'Nudo

bologna

Il braccio armato dell’OMS contro il cancro, la IARC, dopo un’analisi approfondita di più di 800 studi scientifici, ha definito cancerogene le carni rosse e quelle lavorate, ma lo sono davvero? Quanto bisogna prendere sul serio la relazione dell'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro? Com’è possibile che alimenti basilari della dieta occidentale, mangiati per secoli dai nostri avi, siano cancerogeni? E che tocchi proprio a noi dovervi rinunciare?

Leggi tutto: Carne tossica?

Piatti (o biberon) di plastica? No, grazie!

di IlReèNudo

Plastic cups

Abbiamo già scritto tanto noi di Perché Bio sulla plastica, ma ora desideriamo approfondire assieme a voi la conoscenza di articoli d’enorme diffusione: stoviglie e posateria in plastica. Che cosa ci mangiamo o beviamo, assieme ad alimenti e bevande, quando usiamo piatti, bicchieri e posate di plastica?

Leggi tutto: Piatti (o biberon) di plastica? No, grazie!

Mortadella s-velata

di Patrizia Marani
Mortadella carlo.pinna intro

Togliamo il coperchio a come viene davvero prodotto il nostro cibo. Ricetta antica e moderna a confronto. Tutti gli additivi nocivi della mortadella industriale

Leggi tutto: Mortadella s-velata

Il nostro veleno quotidiano

notre poison1

FILM DOCUMENTARIO CONSIGLIATO - DI MARIE MONIQUE ROBIN

IN LINGUA FRANCESE: "NOTRE POISON QUOTIDIEN". La straordinaria giornalista francese, già autrice di "Il mondo secondo Monsanto" ritorna con un altrettanto sconvolgente documentario sugli additivi alimentari, fra i quali i pesticidi e i loro effetti. 

Leggi presentazione filmIl nostro veleno quotidiano

La catena della vita

I nostri rifiuti rientrano in noi attraverso gli animali, i vegetali e l’acqua di cui ci nutriamo, perché l'essere umano non vive in isolamento, ma è un anello della lunga catena della vita. Ne consegue che l'acquisto consapevole e una corretta gestione dei rifiuti sono azioni strettamente collegate al benessere e alla sopravvivenza nostra e dei nostri figli.

Leggi tutto: La catena della vita

Manifesto della buona alimentazione

Mangiate cibo, non troppo, e solo quello vero!!!

di Patrizia Marani

Le carenze alimentari causate dalla SCARSITA' DI ELEMENTI NUTRITIVI in alimenti importanti come il pane, la pasta e il riso, dovuta ai processi di RAFFINAZIONE sembrano essere coinvolte nell'insorgenza in quest'ultimo secolo di diverse malattie croniche, come l'obesità, il diabete, le malattie cardiache e alcuni tipi di cancro.

Leggi tutto: Manifesto della buona alimentazione