in questo sito vengono usati i cookies navigandonel sito accetti.

Dizionario degli Integratori Alimentari

Integratori intro2 stevendepolo 2
di Patrizia Marani

"Ossidazione", "stress ossidativo" e "radicali liberi" sono i mantra del marketing degli integratori che hanno assunto nell'immaginario collettivo un'aura di negatività, ma pochi ne conoscono il significato. Questo articolo lo spiega in modo semplice, perché SAPERE E' POTERE - in questo caso, poter scegliere i prodotti validi, evitando quelli pericolosi.

Integratori Iqbal Osman1L'eterna ricerca dell'elisir di lunga vita capace di dispensare immortalità, fornendo la panacea universale per qualsiasi malattia e in grado di tramutare il metallo in oro (per le industrie farmaceutiche) s'incarna nel nostro tempo nella moda degli integratori alimentari: un terzo delle persone adulte nei paesi industrializzati consuma integratori a base di antiossidanti. Qui di seguito, una spiegazione dei termini più ricorrenti per comprendere CHE COSA consumiamo.

RDA, Recommended Daily Allowance, dose giornaliera consigliata, ovvero la quantità di vitamina o micronutriente di cui la persona necessita per non ammalarsi. Da confrontare con le dosi utilizzate nell'integratore. Dosi eccessive possono risultare nocive.

OSSIDAZIONE L'ossidazione è un sottoprodotto del metabolismo corporeo, il processo mediante il quale il corpo umano trasforma le calorie che trae dal cibo e l'ossigeno che ricava dall'aria nell'energia necessaria al normale funzionamento degli organi. Il termine 'ossidazione' implica la presenza di ossigeno, ma quello che prende parte all'ossidazione (O) non è uguale all'ossigeno che respiriamo (O2) perché non accoppiato ad un'altra molecola di ossigeno. L'ossidazione è, dunque, il processo che rende possibile la vita!

RADICALI LIBERI Il corpo umano è, pertanto, come una macchina: il motore di un'automobile utilizza combustibile e aria per creare l'energia meccanica necessaria a far muovere il mezzo, scartando i gas tossici della combustione attraverso i fumi di scarico. Nel caso del corpo umano, gli scarti metabolici sono i radicali liberi – o, più tecnicamente, specie reattive di ossigeno (ROS) - molecole che hanno perso un elettrone. Normalmente gli elettroni orbitano attorno al nucleo in coppia, ma forze come lo stress o l'inquinamento, - i raggi ultravioletti, l'inquinamento elettromagnetico proveniente dai gadgets elettronici, ma anche normali attività corporee come la respirazione - possono separarli. Quando ciò avviene la molecola diventa instabile e inizia a ruotare in modo irregolare cercando di rubare elettroni alle altre molecole. Prende in tal modo l'avvio un circolo vizioso di attacco alle cellule e d'infiammazione, la quale a sua volta crea altri radicali liberi. Il corpo umano è, però, dotato di sistemi che contrastano questo circolo vizioso e lo mantengono, normalmente, in equilibrio. I sistemi corporei possono essere sopraffatti se le forze e gli stimoli negativi (stress, inquinamento, cattiva alimentazione ecc.) sono troppi rispetto alle loro capacità di contrasto.

BENEFICI DEI RADICALI LIBERI Esatto, state leggendo correttamente, i radicali liberi svolgono anche ruoli positivi! L'ossidazione è, come abbiamo detto, un processo naturale alla base della vita stessa. I radicali liberi – gli scarti metabolici del processo di ossidazione - sono necessari all'organismo umano perché usati dal sistema immunitario per uccidere i batteri nocivi e perché supportano, prendendo parte al processo di segnalazione cellulare, la realizzazione di diverse normali funzioni della cellula. Ciò spiega perché la presenza di troppi antiossidanti può provocare danni.

DANNI PRODOTTI DAI RADICALI LIBERI Quando l'ossidazione, prevalendo sui sistemi di difesa dell'organismo, va su di giri, si creano radicali liberi in eccesso – troppi "gas di scarico" immessi in circolazione nel corpo, con possibili conseguenti problemi alla salute. Proprio come l'infiammazione promuove la guarigione, ma può diventare pericolosa quando si cronicizza, lo stesso accade per l'ossidazione: i tessuti ossidati, le cellule, le proteine e il DNA danneggiati da radicali liberi non funzionano più bene. Molti scienziati hanno ipotizzato che l'ossidazione incontrollata sia all'origine di una pletora di problemi per la salute, dall'invecchiamento cutaneo ad un metabolismo rallentato, all'obesità, dalle malattie cardiache, al cancro e alla demenza.

ANTIOSSIDANTE Un antiossidante è una sostanza capace di "bloccare" gli effetti negativi dell'ossidazione. Sono gli spazzini che liberano il nostro corpo dagli scarti dell'attività metabolica.

ANTIOSSIDANTI – CHI SONO? Il corpo umano possiede naturalmente enzimi e sostanze chimiche che tengono sotto controllo i radicali liberi, quali gli estrogeni e il glutatione perossidasi, il più potente gruppo di enzimi antiossidanti. Vitamine come la A, la C e la E, le vitamine del gruppo B e i carotenoidi, precursori della vitamina A -, alcune sostanze vitamino-simili come il coenzima Q10, alcuni minerali, fra cui il selenio, lo zinco, il manganese, e il rame, e pigmenti vegetali come i flavonoidi e la clorofilla, che possiamo assimilare facilmente mangiando vegetali, potenziano l'azione antiossidante del nostro organismo e ci proteggono dallo stress ossidativo.

Integratori intro Kai Hendry

L'AZIONE DEGLI ANTIOSSIDANTI L'ossidazione può divenire dannosa se è troppo abbondante e va fuori controllo, senza essere compensata dall'azione degli antiossidanti. Le vitamine agiscono sui radicali liberi cedendo loro, gentilmente, l'elettrone mancante ed interrompendo in tal modo la perversa reazione a catena dell'ossidazione e i danni ad essa correlati.

STRESS OSSIDATIVO E' la conseguenza della rottura dell'equilibrio tra la produzione di ossidanti/radicali liberi e l'efficienza dei sistemi di difesa. Una rottura che può costarci cara: un'accentuazione dei processi ossidativi (aumentata produzione di radicali liberi) può accelerare il processo d'invecchiamento e associarsi a una serie di patologie - almeno un centinaio – quali l'ictus cerebrale, l'infarto del miocardio, il diabete mellito, l'obesità, il morbo di Parkinson, la malattia di Alzheimer, il morbo di Crohn, l'artrite reumatoide, l'AIDS, il cancro ecc. 

BILANCIO REDOX è l'equilibrio fra la produzione di specie ossidanti – prevalentemente radicali liberi – e l'eliminazione di questeIntegratori intro stevendepolo a opera dei sistemi di difesa antiossidanti. La somministrazione di integratori e supplementi di antiossidanti dovrebbe essere preceduta da una valutazione del bilancio redox e dell'esistenza di un eventuale stress ossidativo. Invece terapisti, farmacisti, allenatori sportivi ecc. consigliano l'assunzione di supplementi anche in mancanza di comprovato bisogno, senza tener conto dei possibili effetti indesiderati legati a un eventuale ECCESSO DI ANTIOSSIDANTI. La valutazione ottimale dello stress ossidativo implica l'utilizzo di sistemi in grado di dosare sia la componente ossidante sia il potenziale biologico antiossidante dell'organismo, il d-ROMs test e il BAP test, ambedue eseguibili su un piccolo prelievo di sangue

Per approfondimenti su come scegliere l'integratore che massimizzi il nostro stato di salute prevenendo le malattie leggere la prima parte: Guida agli Integratori Alimentari

Per approfondimenti leggere Fa che il cibo giusto sia la tua medicina

Leggi Nutrigenomica e i 6 colori della salute 

FONTI BIBLIOGRAFICHE
Il Manifesto della lunga vita. La rivoluzione della medicina predittiva, Paolo Marandola, Francesco Marotta, Sperling & Kupfer
The End of Illness, David B. Agus

copyright sealDIRITTI FOTOGRAFICI 

Foto intro di Steven de Polo

Foto 1 di  Iqbal Osman

Foto 2 di Kal Hendri

Foto 3 di Steven de Polo