in questo sito vengono usati i cookies navigandonel sito accetti.

L'architettura animale

di Fabio Vannini*

termites mould

Il nostro concetto tradizionale di architettura è limitata a circa cinquemila anni: al contrario l'architettura animale è ultra millenaria. Se provassimo ad uscire dal nostro attuale e moderno "sapiens" egoismo sicuramente potremmo avere molto da imparare dagli adattamenti ecologici degli "edifici" degli animali ed evolvere in qualità e benessere la nostra vita e le nostre case.

animal architectureLe costruzioni degli animali hanno, da sempre, le stesse esigenze funzionali dell'architettura umana:
a - scale e rampe (termiti),
b - riscaldamento e sistemi di regolazione di umidità (api, formiche e altri),
c - pozzi profondi (termiti),
d - porte a battente con maniglie (ragni: porta a trappola),
e - strade-carreggiate (formiche)
f - ......

Quasi tutti gli animali sono costruttori, molti sono anche ingegneri ecosistemici del benessere che potenziano la biodiversità attraverso le loro costruzioni.

Gli animali costruiscono principalmente habitat per la protezione dalle temperature estreme (caldo e freddo), il controllo dell'umidità o della ventilazione, la salvaguardia della famiglia dalla predazione di altri animali, la conservazione degli alimenti e la riproduzione.

Ci sono tre grandi categorie di architetture animali:
a - residenze
b - trappole
c - luoghi di corteggiamento

animal dens

L'attuale architettura umana, al contrario, è orientata verso la comunicazione estetica piuttosto che alla sopravvivenza biologica: gli Ingegneri, gli Architetti e le Amministrazioni Tecniche bio-culturali continuano a mercificare il benessere.

Benessere non è più "stare bene" o "esistere bene" ma è l'amplificazione del termine inglese "wellness" che lo ha trasformato in un settore economico-commerciale-turistico che mira esclusivamente al relax con trattamenti (sauna, massaggi, yoga), con la medicina alternativa, con abitazioni chimicamente costruite, riscaldate, raffrescate e igienizzate, con la modernizzazione dei processi di produzione alimentare e la certificazione d'origine controllata.

L'attuale "tecnologico e informatico comportamento umano" e i conseguenti luoghi di abitazione, svago e lavoro, sono pericolosamente staccate dal contesto ecologico e dal Benessere sia nostro che delle nostre future generazioni.

animal architecture

 

 

 

*Fabio Vannini, architetto, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">

 

PER APPROFONDIMENTI:

Bioedilizia cos'è, di Maurizio Marna

Manifesto per una nuova utopia urbana, di Silvano Cristiani e Simona Ventura, Agrisophia Progetti Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Rifiuto è = a cibo, di Patrizia Marani

Dalla culla alla culla, l'ecoedilizia secondo due grandi visionari, l'architetto William McDonough e il chimico Michael Braungart

La casa ecologica è una foresta, di Patrizia Marani

 

 

Copyright Foto intro: ryguywy