in questo sito vengono usati i cookies navigandonel sito accetti.

idee per cambiare il mondo una news alla volta

  • Alluminio, tutte le fonti e come evitarle

    Alluminio, tutte le fonti e come evitarle

    A cura della Redazione

    L’alluminio è attualmente il metallo più comunemente e ampiamente usato sulla terra e si può essere esposti ad esso attraverso una miriade di fonti. La ricerca scientifica più recente, se da un lato ha trovato un collegamento sempre più certo fra esposizione all’alluminio e Alzheimer, dall’altro suggerisce che è possibile proteggersi dalla malattia e, addirittura, prevenirla riducendo l’esposizione all’alluminio nel nostro ambiente quotidiano. Conoscere il nemico per neutralizzarlo.

    Leggi Tutto
  • La cura segreta dell'alcolismo, il Metodo Sinclair

    La cura segreta dell'alcolismo, il Metodo Sinclair

    di Patrizia Marani

    Dall’alcolismo si può guarire. Esiste una cura con il 78 per cento di probabilità di riuscita, ma è praticamente sconosciuta e quasi inutilizzata, perché?

    L’alcol è una droga che uccide una persona ogni 10 secondi. Aperitivi, happy hours, brindisi a ogni ricorrenza: vino e bevande alcoliche sono associati nel nostro immaginario a momenti gioiosi, di festa, non al rischio che essi comportano. Eppure l’alcolismo è la terza piu' importante causa di morte al mondo, con 3 milioni e 300.000 morti ogni anno (OMS Report 2012).

    Leggi Tutto
  • Immunità di gregge: chimera o realtà?

    Immunità di gregge: chimera o realtà?

    di Patrizia Marani 

    La vaccinologia è una branca della medicina in piena fioritura. Nata per rinforzare le difese naturali di fronte a veri flagelli dell’umanità come il vaiolo, responsabile ogni anno fino agli anni ‘60 di decine di milioni di morti e invalidi, questa scienza medica ha allargato enormemente il proprio campo d’azione in un periodo storico in cui le malattie infettive pericolose, soppiantate dalle malattie croniche, paiono vieppiù un ricordo del passato. Perche' mai?

    Leggi Tutto
  • Germi ed enigmi

    Germi ed enigmi

    di Patrizia Marani

    E' veramente utile vaccinare i nostri figli? Qual è il reale e aggiornato rapporto rischi-benefici delle vaccinazioni? E sono davvero indispensabili tutti i vaccini obbligatori e raccomandati? Un'altra puntata della nostra serie dedicata allo spinosissimo tema in cui ci sforzeremo di penetrare attraverso la nebbia di conflitto che circonda le vaccinazioni di massa, per trovare i nudi fatti, sovente sottaciuti o sommersi da una fitta coltre di polemiche.

    Leggi Tutto
  • 5 domande per un allevatore

    5 domande per un allevatore

    di Federico Marino

    PARLIAMO DI CARNE "SOSTENIBILE" Non mangiare carne rappresenta un avanzamento di civiltà perché pone fine alla violenza sugli animali e non è più sostenibile per il pianeta? Sicuramente 7 miliardi di persone che mangiano ogni giorno carne e lo fanno più volte al giorno non sono sostenibili. Mangiarne poca, ma di qualità eccellente può essere il il segreto per ottenere una salute ottimale. Ma come conoscere davvero la qualità della carne che mangiamo? Le regole d'oro sono due: 1. conoscerne la provenienza; 2. porre all'allevatore alcune, fondamentali domande. 

    Leggi Tutto
  • La rivoluzione delle forchette

    La rivoluzione delle forchette

    ovvero THE CHINA STUDY

    di Patrizia Marani

    Scrive T. Colin Campbell a proposito di uno studio memorabile da lui diretto: Eravamo in grado di accendere o spegnere lo sviluppo del cancro semplicemente variando i livelli di proteine animali nella dieta. Allo scorso "Sana" a Bologna è stato in collegamento video lo scienziato autore di The China Study, il libro che può scuotere l’alimentazione occidentale dalle fondamenta e, con essa, la perversa unione esistente fra governi, enti regolatori, una certa scienza e giganti dell’industria agroalimentare e farmaceutica.

    Leggi Tutto
  • Trattato di Parigi sul clima: la vera eredità

    Trattato di Parigi sul clima: la vera eredità

    di Federico Solimando

    “Il mondo non ha mai affrontato una sfida così grande". Il presidente francese François Hollande ha perfettamente ragione. Soprattutto alla luce dello storico accordo siglato alla COP21, la Conferenza mondiale sulla lotta al cambiamento climatico di Parigi, che si è appena conclusa e che ha fissato, sia pure con tutti i limiti del caso, un punto di svolta per il futuro ambientale della Terra. L'obiettivo dell’incontro era nientepopodimeno quello di evitare un disastro climatico globale: due sole settimane per decidere il futuro del nostro pianeta.  Ma qual è la reale eredità del trattato?

    Leggi Tutto
  • La guerra dei vaccini

    La guerra dei vaccini

    Vaccines Andres Rueda intro
    di Patrizia Marani

    Le perdite costanti subite dalle case farmaceutiche che vedono gli eserciti dei vaccinati costantemente assottigliarsi e' probabilmente all'origine della vera e propria controffensiva promossa dalla classe politica italiana e francese, riportando alla ribalta la polemica circa la reale utilità delle vaccinazioni massificate e l'urgenza di rivalutare il rapporto rischi-benefici di ogni singolo vaccino in relazione allo stato di salute del vaccinato.

    Leggi Tutto
  • Pulito è uguale a tossico

    Pulito è uguale a tossico

    Come non creare una pulitissima camera a gas facendo le pulizie

    di Patrizia Marani

    Che soddisfazione rimirare la propria opera dopo una sfacchinata di diverse ore! Il pavimento brilla, la ceramica del bagno pure e sul lavandino non c’è ombra di sporco. Lo sportello dietro il quale si cela l’armata multicolore dei detersivi si chiude con un suono secco, sigillando la fine della nostra guerra battericida. Con un sospiro di soddisfazione ci buttiamo sul sofà, inalando a pieni polmoni il micidiale cocktail chimico che abbiamo immesso nell’aria e che sarà ben presto condiviso da tutta la famiglia, neonati e bambini inclusi.....

    Leggi Tutto
  • Carne tossica?

    Carne tossica?

    di IlReE'Nudo

    Il braccio armato dell’OMS contro il cancro, la IARC, dopo un’analisi approfondita di più di 800 studi scientifici, ha definito cancerogene le carni rosse e quelle lavorate, ma lo sono davvero?

    Quanto bisogna prendere sul serio la relazione dell'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro?

    Com’è possibile che alimenti basilari della dieta occidentale, mangiati per secoli dai nostri avi, siano cancerogeni? E che tocchi proprio a noi dovervi rinunciare?

    Leggi Tutto
  • Piatti (o biberon) di plastica? No, grazie!

    Piatti (o biberon) di plastica? No, grazie!

    di IlReèNudo

    Abbiamo già scritto tanto noi di Perché Bio sulla plastica, ma ora desideriamo approfondire assieme a voi la conoscenza di articoli d’enorme diffusione: stoviglie e posateria in plastica. Che cosa ci mangiamo o beviamo, assieme ad alimenti e bevande, quando usiamo piatti, bicchieri e posate di plastica?

    Leggi Tutto
  • Mortadella s-velata

    Mortadella s-velata

    di Patrizia Marani

    Togliamo il coperchio a come viene davvero prodotto il nostro cibo. Ricetta antica e moderna a confronto. Tutti gli additivi nocivi della mortadella industriale

    Che si tratti della fragrante mortadella fatta affettare al banco, o quella confezionata in vaschette di plastica già affettata, la famiglia italiana media consuma questo alimento della tradizione culinaria italiana in quantità, tanto è vero che in Italia se ne producono ben 174.000 tonnellate.

    Leggi Tutto
  • Antico, sono ubriacato dalla voce ch'esce dalle tue bocche

    Antico, sono ubriacato dalla voce ch'esce dalle tue bocche

    di Patrizia Marani

    ..quando si schiudono
    come verdi campane e si ributtano
    indietro e si disciolgono. Eugenio Montale, Mediterraneo

    Leggi Tutto
  • Omega 3, il Re perduto

    Omega 3, il Re perduto

    di Patrizia Marani

    A PROPOSITO DI CARNE TOSSICA: oltre alla chimica usata nell'allevamento industriale, esiste pure un altro problemuccio, il fatto che animali erbivoli sono ora nutriti con cereali per farli aumentare di peso. Ciò ha comportato la perdita nella dieta umana dei preziosi Omega-3, un cambiamento tettonico della nostra alimentazione che può essere all'origine di parecchi malanni.  E' possibile però recuperarli scegliendo gli alimenti giusti e di cui conosciamo le modalità di coltivazione o allevamento.

    Leggi Tutto
  • Rifiuti alimentari: 6 consigli per fermare lo spreco

    Rifiuti alimentari: 6 consigli per fermare lo spreco

    Nella giornata mondiale dell'alimentazione, riceviamo da Helping e MyFoody - e pubblichiamo - il seguente comunicato stampa su come ridurre gli sprechi alimentari riducendo, di conseguenza, il budget da investire per nutrirci. Risparmiare sugli sprechi alimentari è anche un'opportunità per migliorare la qualità di quello che si acquista!  

    Leggi Tutto
  • Buona notte

    Buona notte

    di Patrizia Marani

     

    TUTTI I SEGRETI DEL SONNO E COME TRARNE I MASSIMI BENEFICI C'è una ragione per cui ci si sveglia sempre alla stessa ora e, maledizione, anche alla domenica. E c'è anche una ragione perché quei mocciosi si lagnano per una sola mezz'oretta di ritardo della cena. Il corpo umano brama routine: dategli orari fissi per i pasti, per l'esercizio fisico e, soprattutto, l'orario in cui si va a letto e ci si risveglia e lui vi ricompenserà con un'ottimo equilibrio psicofisico. Ma perché mai?

    Leggi Tutto
  • 'A trivella

    'A trivella

    di Maurizio Marna

     
    Negli ultimi 125.000 anni il mare Adriatico ha contrastato il mutamento del clima, glaciazione compresa, riuscendo a mantenere quasi intatte le prerogative di mare 'chiuso'. Tuttavia dove non poterono i grandi eventi naturali, poté l'uomo con la sua attività legata alla industrializzazione. A partire dal 1970, infatti, lo sfruttamento dell'Adriatico ha determinato profonde mutazioni della biodiversità e provocato danni sia alla flora sia alla fauna marine. Adesso l'oro nero, nonostante il forte ribasso dei prezzi, torna a 'ingolosire' alcuni paesi di quella fascia costiera: sarà il colpo di grazia?

    Leggi Tutto
  • L'AgriCittà

    L'AgriCittà

    di Maurizio Marna

     

    Può sembrare un controsenso parlare di riconversione agricola delle città e delle aree periurbane, ma non lo è. Periurbane ??? Cosa vuol dire questo aggettivo? Un bel po' spiazzati siamo andati a scoprirne, prima di scriverlo, il significato: "...zone di territorio in cui città e campagna si intersecano chiaramente, ospitanti la maggior parte della crescita urbana secondo schemi spesso convulsi". L'ECO SVILUPPO CITTADINO, insomma, passa anche da qui.

    Leggi Tutto
  • Lavoro? GREEN!

    Lavoro? GREEN!

    di Biosight

     

     In Italia, oggi giorno, il lavoro sembra l'Eldorado : tutti ne hanno sentito parlare, nessuno l'ha mai visto. Le statistiche dei disoccupati, in particolare giovani, sono esplicite e purtroppo desolanti. Occorre non rassegnarsi, comunque, a ritenere ineluttabile la situazione.

    Leggi Tutto
  • All
  • Bioedilizia
  • Bioenergia
  • Biolegislazione
  • Biowelness
  • Ecocittà
  • Iobevobio
  • Iomangiobio
  • Iovivobio
  • In ordine
  • Titolo
  • Data
  • Casuale

Pulito è uguale a tossico

Come non creare una pulitissima camera a gas facendo le pulizie

di Patrizia Marani

Che soddisfazione rimirare la propria opera dopo una sfacchinata di diverse ore! Il pavimento brilla, la ceramica del bagno pure e sul lavandino non c’è ombra di sporco. Lo sportello dietro il quale si cela l’armata multicolore dei detersivi si chiude con un suono secco, sigillando la fine della nostra guerra battericida. Con un sospiro di soddisfazione ci buttiamo sul sofà, inalando a pieni polmoni il micidiale cocktail chimico che abbiamo immesso nell’aria e che sarà ben presto condiviso da tutta la famiglia, neonati e bambini inclusi.....

La qualità dell’aria interna degli appartamenti è generalmente di gran lunga peggiore di quella esterna, complici i doppi vetri, il risparmio energetico e la mancanza di ventilazione. Una spia di ciò si ha quando, al rientro a casa, si è accolti da quell’odore caratteristico d’aria stagnante, che ci si affretta a coprire con deodoranti per ambienti, aggiungendo chimica letale ad altra chimica. Ma certamente mai sarà così sporca come dopo le quotidiane pulizie della casa! Centinaia di prodotti, persino alcuni pubblicizzati come “verdi” o “naturali” possono danneggiare gravemente l’ignaro utilizzatore e il bambino che inconsapevolmente ne ingerisca o ne rovesci anche una piccola quantità respirandone le esalazioni.

Gli scienziati cominciano a sospettare che un’esposizione giornaliera a concentrazioni relativamente basse di tossine chimiche possa essere nociva del pari o più di una breve, massiccia esposizione. Gli effetti di un’immersione costante nel cocktail tossico della nostra quotidianità sono ancora sconosciuti, giacché i test di tossicità sono effettuati su un singolo prodotto, ma si sospetta siano all’origine di una pletora di gravi malattie dalle cause ancora non chiare.

Vediamo ora alcuni dei prodotti più usati.

I prodotti per la pulizia del forno contengono potenti agenti corrosivi alcalini come l’idrossido di sodio o l’idrossido di potassio. Le confezioni spray sono, in genere, quelle più pericolose perché esaltano la tossicità del prodotto che, frantumato in particelle piccolissime, si deposita sulla cute dell’ignaro utilizzatore e ne penetra in profondità le vie respiratorie.

I detersivi in polvere, inclusi quelli cosiddetti ‘naturali’ e quelli per lavastoviglie, sono a base di un prodotto chimico alcalino corrosivo, il carbonato di sodio (la comune soda da bucato), che, nelle persone con pelli sensibili, può causare sensibilizzazione e dermatiti allergiche.

Il lucido da scarpe può contenere un solvente detto nitrobenzene (dal caratteristico odore), sospetto cancerogeno e nocivo per il sistema nervoso centrale, causa affaticamento, emicrania, senso di vertigini, di debolezza e, in alcuni casi, depressioni gravi. Il lucido può anche contenere cloruro di metilene (dicloro metano), neurotossico, tossico per l’apparato riproduttivo, cancerogeno per gli animali e sospetto cancerogeno per l’uomo.

I disgorganti per tubature contengono spesso gli stessi prodotti chimici dei prodotti per la pulizia dei forni - l’idrossido di sodio o di potassio – o acido solforico. Come indicato sulle etichette, si tratta di prodotti altamente tossici da manovrare con grande cautela. In alternativa potete mescolare bicarbonato di sodio con sale grosso, lasciate agire e, infine, rovesciate acqua calda in abbondanza.

La varechina contiene ipoclorito di sodio, gas altamente tossico che irrita e corrode le membrane mucose ed è un allergenico. Andateci piano con le pulizie primaverili perché respirarne i fumi può causare tosse, soffocamento e un’irritazione grave del tratto respiratorio. Indossate eventualmente una cuffia per la doccia dato che esporre il cuoio capelluto a vapori che contengono ipoclorito di sodio può causare alopecia tossica acuta, perché in grado di alterare la struttura del capello. L’ipoclorito di sodio è un neurotossico ed è particolarmente pericoloso per le persone con patologie cardiache o affette da asma. Si trova in numerosi prodotti di pulizia della casa.

pulito tossico 2 smallI detergenti multiuso tipicamente contengono una micidiale combinazione di detersivo, agenti sgrassanti, solventi e disinfettanti, oltre ai seguenti prodotti: ammoniaca, glicole etilenico, acetato di MonoButyl, sodio ipoclorito e fosfato trisodico. L’uso ripetuto può causare un’irritazione anche grave della cute, degli occhi, delle prime vie respiratorie. In particolare, l’ammoniaca – presente in una vasta gamma di prodotti - non diluita può causare ustioni chimiche, cataratte, danni alla cornea, ai reni e al fegato. Un’esposizione ripetuta o prolungata ai suoi vapori può causare bronchite e polmonite. Un altro frequente ingrediente presente nei detergenti è il d-limonene, un prodotto chimico ottenuto dalla lavorazione a freddo delle bucce di arancia. L’olio estratto consiste al 90% di d-limonene, un sensibilizzante, neurotossico, irritante oculare e della cute, può provocare una crisi respiratoria in individui sensibili, vi è una certa evidenza di cancerogenicità, ingrediente attivo in alcuni insetticidi e usato come solvente in molti detergenti multi-uso. In etichetta può essere riportato altresì come olio essenziale di agrumi.

I detergenti per la biancheria, per la maggior parte composti d’ingredienti di origine petrolchimica, sono ugualmente tossici. Possono contenere varechina, sbiancatori sintetici, fragranze sintetiche, ammoniaca, naftalina, fenoli e alcol etossilici, i cui residui sono potenzialmente irritanti per la pelle. Il profumo può causare reazioni respiratorie.

I prodotti per la pulizia dei vetri contengono ammoniaca ed altri prodotti tossici. L’acqua da sola è molto più efficace della maggior parte di questi prodotti. Aggiungere tutt'al più aceto di vino bianco.

Prodotti per lucidare i metalli: lucidare l’argenteria può provocare mal di testa, nausea, vertigini, allucinazioni e, in casi estremi, coma. Un tipico solvente nel lucido per metalli è il toluene, prodotto che può provocare danni a fegato, reni e cervello. Tossico per la riproduzione, una ripetuta esposizione durante la gravidanza è stata associata a maggiori probabilità di aborto spontaneo e ad effetti tossici sul feto in fase di sviluppo.

Tutto ciò che emana profumo grazie ad agenti non naturali, ma di sintesi come i muschi sintetici, può essere tossico.

Deodoranti per ambienti: lungi dal rinfrescare l’aria di casa, mascherano odori non graditi con fragranze sintetiche. Dietro al termine Fragranza o 'parfum' indicato in etichetta si possono celare migliaia di sostanze tossiche – cancerogene, neurotossiche (depressione, irritabilità e altri problemi del comportamento) o dannose per il sistema immunitario e all’origine di allergie o insidiose malattie autoimmuni come, appunto, i famigerati muschi sintetici.

Altri tipi di deodorante agiscono attenuando il nostro odorato, senza tuttavia eliminare l’originale cattivo odore. Molte delle varietà spray contengono idrocarburi - isobutano e propano – e butano che possono condurre all’asfissia, con sintomi quali vertigini ed emicrania e causare reazioni allergiche anche violente. Spesso, in etichetta, oltre ai vantati vantaggi di persistenza della profumazione, si possono invero leggere meno rassicuranti avvertimenti, quali quello di porre il deodorante in stanze ben ventilate e lontane dalla camera da letto…..non a caso!

I Muschi sintetici sono delle fragranze comuni nei deodoranti per ambienti.

Essendo l’ingrediente che i fabbricanti aggiungono ogni qual volta ritengano che una fragranza possa rendere più attraente un prodotto di consumo, sono particolarmente pericolosi perché le fonti d’esposizione sono multiple. In tema di prodotti di pulizia della casa, sono presenti, oltre che negli ovvi deodoranti per ambienti, nei detergenti, nei detersivi - liquidi e in polvere, per il bucato a mano e in lavatrice -, negli ammorbidenti, nei sacchi per la spazzatura e nelle candele profumate. A questa molteplice esposizione va aggiunta quella dovuta ai prodotti cosmetici e di cura per il corpo, dove sono presenti nei profumi, in creme per il viso e per il corpo, shampoo, balsami, lacche, saponi e bagni schiuma, schiume da barba, dentifrici, rossetti e lucidalabbra.

I muschi sintetici persistono nell’ambiente, bioaccumulano nell’adipe corporeo e sono tossici per l’apparato riproduttivo. Recenti studi hanno ipotizzato che i muschi policiclici, quelli più diffusi nei prodotti di consumo, possano agire come moltiplicatori di tossicità, debilitando la capacità naturale delle cellule di espellere le sostanze tossiche. Comprometterebbero, quindi, il naturale sistema di difesa cellulare dalle sostanze nocive presenti nell’ambiente. Di conseguenza, il corpo non riuscirebbe più a detossificarsi, con effetti devastanti per la salute. In combinazione con i pericolosi ingredienti chimici di cui sono composti i prodotti di pulizia della casa, ne esalterebbero quindi la tossicità per il corpo umano.

Torniamo alla nostra lista di prodotti tossici usati per le pulizie.

Gli smacchiatori possono contenere acetone, un composto neurotossico che può causare danni al fegato e ai reni, nonché al feto nella fase di sviluppo, ed è un irritante oculare e della cute; Diclorometano, cancerogeno, neurotossico e tossico della funzione riproduttiva. Inalato, può causare danni al fegato, al cervello e battito cardiaco irregolare; è altresì un irritante oculare e per la pelle.

I lucidanti per mobili contengono morfolina, un ingrediente corrosivo che può irritare gravemente la cute e persino causare cecità se spruzzato negli occhi, oltre ad essere tossico per il fegato, i reni e i bronchi a seguito di un’esposizione a lungo termine. E’ presente in altri prodotti di pulizia e detersivi abrasivi.

Detergenti per i piatti: contengono prodotti chimici detti tensioattivi che aumentano il potere pulente dell’acqua stessa. Favoriscono altresì la disidratazione della cute, che lasciano secca e irritata. Sono disponibili tensioattivi d’origine vegetale, ma prevalgono le versioni petrolchimiche perché più economiche. Usare moderatamente marche biologiche con abbondante acqua calda, di per sé potentemente sgrassante, in modo da non lasciare residui tossici nei piatti dentro cui mangiamo, che finiscon con l'essere assorbiti, quotidianamento, dagli alimenti di cui ci nutriamo. E' la cronicità dell'esposizione che, sovente, crea il problema, nonché il fatto che ogni tossina va ad aggiungersi a tutte le altre. 

Nei prodotti di pulizia della casa (detergenti per forni, piastrelle, biancheria, tappeti), malgrado 1 bambino su 10 in Europa e 300 milioni di persone nel mondo soffrano d’asma, sono altresì presenti ingredienti asmogeni. Da evitare accuratamente i prodotti spray che contengano etanolamine (monoetanolamina MEA, dietanolamina DEA e trietanolamina TEA).

E la lista potrebbe continuare pressoché all’infinito. Per chi vuole approfondire ulteriormente rimandiamo al documento dell’Environmental Working Group che sta creando una banca dati su questi prodotti.

L'alternativa che fa bene a noi e all'ambiente

Eppure, la casa potrebbe essere altrettanto scintillante e odorosa utilizzando ingredienti naturali e atossici, acquistabili già pronti nei negozi specializzati di prodotti biologici o fatti in casa mescolando a seconda delle varie ricette, bicarbonato di sodio, aceto, succo di limone, sapone naturale di marsiglia e perossido d’idrogeno. Per non parlare dei prodotti a base di Microrganismi Efficaci, detti EM. 

EM: sono prodotti probiotici che rivoluzionano il nostro modo di fare le pulizie. Partono da un principio che è opposto a quello antibiotico, sino ad ora utilizzato. Anziché combattere lo sporco con prodotti battericidi, lo vincono introducendo nell'ambiente batteri positivi, quelli che hanno reso respirabile l'aria agli albori della vita sulla terra e ancora permettono il perpetuarsi della vita oggi. Loro si nutrono proprio di quello che noi riteniamo sporco e, spruzzandoli nell'aria, depurano anche l'aria degli ambienti. Inoltre, usandoli per le pulizie si ripopola il nostro ambiente domestico di quella microflora così importante per un corretto funzionamento dell'intestino, l'organo maggiormente preposto alla depurazione del corpo umano. I prodotti, miscele di ingredienti naturali fra cui alcol e microrganismi efficaci, vanno applicati diluiti in acqua. Per lo sporco più resistente è meglio, invece, applicarli non diluiti e lasciati agire per qualche minuto. Si trovano prodotti per ogni tipo di pulizia.

Acqua e aceto bianco puliscono con gran efficacia specchi, vetri, ceramica e superfici varie.

Il bicarbonato di sodio mescolato ad acqua e a sapone di Marsiglia puro è un ottimo prodotto di pulizia generale, dai lavandini alla vasca da bagno.

Il sale, da solo o unito al bicarbonato di sodio e all'acqua calda, pulisce ottimamente i tegami incrostati.

Il succo di limone può essere usato al posto della varechina per la pulizia del bucato e per sbiancare l'ingiallimento dei tessuti.

L’olio di semi vari o d’oliva mescolato all’aceto pulisce e lucida i mobili.

Le ricette della nonna anteriori all’era della petrolchimica e, per chi ha poco tempo, le marche “biologiche” acquistabili nei negozi specializzati ci possono aiutare, mentre respiriamo a pieni polmoni nella ginnica attività dei lavori di casa, a salvaguardare la nostra salute e quella dei nostri cari. Con risultati non meno brillanti.

Leggete "Belle da morire": Tutti i principali composti tossici presenti nei cosmetici e le alternative possibili

Fonti:

The Toxic Consumer – Karen Ashton & Elizabeth Salter Green

Environmental Working Group

 

 

 

 

 

bellaconbio

failacosagiusta

biolife

BIOSALUTE 2016